Sua Altezza Alessandro De Rose fa sua la tappa italiana del Red Bull Cliff Diving 2017

RCDWS-DE-ROSE-Polignano2015
Polignano a Mare (BA). Alessandro De Rose pronto per un tuffo dalla piattaforma da 27 metri.

Alessandro De Rose ha ottenuto una strabiliante vittoria al terzo appuntamento stagionale dei tuffi dalle grandi altezze alle World Series del Red Bull Cliff Diving. Nelle acque di casa di Polignano a Mare, l’atleta azzurro ha mostrato nervi d’acciaio che gli hanno permesso di effettuare un tuffo finale da cineteca mandando così in visibilio i 50000 spettatori presenti all’evento. Il 25enne, diventato la prima wildcard di sempre a imporsi nella categoria maschile, appena comunicati i risultati finali, non ha nascosto la grandissima emozione.

Sul podio con lui gli americani David Colturi e Andy Jones, rispettivamente secondo e terzo. Il campione in carica Gary Hunt non si è neppure qualificato per l’ultima serie e ora il Britannico, ex leader della generale, è stato sopravanzato dal colombiano Orlando Duque. Tra le donne torna a vincere e si riscopre in gran forma Rhiannan Iffland che nell’ultimo appuntamento era scivolata giù dal podio per la prima volta dopo nove gare. In questa giornata ricca di emozioni altre due wildcard sono salite sul podio insieme alla Iffland. La brasiliana Jacqueline Valente, al primo podio in carriera, si è classificata seconda, mentre la tedesca Anna Bader ha conquistato il suo secondo bronzo consecutivo dal rientro alle gare dopo la maternità.

Il lungo e prodigioso viaggio di De Rose è iniziato nella città adottiva di Trieste proseguendo poi in altre meravigliose città italiane, fino a culminare sulla piattaforma da 27 metri che dà sul mare Adriatico di Polignano a Mare. In una rovente giornata, una folla entusiasta si è data appuntamento sulla spiaggia e la scogliera della cittadina del sud Italia per ammirare i migliori tuffatori al mondo dalle grandi altezza e alla fine è stato proprio il loro connazionale a farli esultare e gridare di gioia. L’unico tuffatore italiano presente nel circuito delle World Series ha infatti realizzato quattro fantastici tuffi nei due giorni di gara, diventando così la prima wildcard di sempre a imporsi in una gara maschile.

A sua volta di ritorno sul podio dopo un lungo periodo di convalescenza, l’Americano Colturi, vi è così salito per la nona volta in 40 presenze alle World Series. Il connazionale Jones è terminato terzo per la seconda volta quest’anno dopo la gara inaugurale in Irlanda del mese scorso.

Giunti a metà stagione, il 32enne mantiene inoltre la sua terza posizione in classifica generale. Davanti a lui, in seconda posizione, il campione in carica Gary Hunt. Il Britannico, recordman di vittorie ha puntato sul suo tuffo più difficile, che però non ha pagato, escludendolo dall’ultima serie degli otto migliori della tappa, come già avvenuto lo scorso anno. Sesto a Polignano e nuovo leader della generale è Duque, leggendario tuffatore colombiano che aveva conquistato la prima vittoria in 27 presenze proprio all’ultimo appuntamento del circuito alle Azzorre.

Tra le donne, l’australiana Rhiannan Iffland, campionessa a sorpresa dell’edizione 2016, ha recuperato la sua solidità vincendo la settima tappa su dieci disputate. Alle sue spalle, il giorno magico delle wildcard è continuato con la 31enne Jaki Valente, prima medaglia brasiliana di sempre, e la teutonica Anna Bader, che ha dato continuità alla bella prestazione fornita in Portogallo conquistando un altro bronzo.

Nella classifica generale femminile da 21 metri, l’Australia guida la classifica sul Messico, con la vincitrice della scorsa tappa Adriana Jimenez in seconda posizione e la statunitense Ginger Huber, che ha fatto il miglior tuffo della gara ricevendo tutti nove dai giudici, in terza.

Dopo le tre tappe in cinque settimane, le World Series si prendono una pausa estiva per attraversare l’Atlantico e sbarcare in Texas il 3 settembre.

Le parole dei vincitori:

Alessandro De Rose, Italia

Non ho ancora realizzato quello che è successo. Un attimo fa ero sulla piattaforma, poi ho toccato l’acqua e ho sentito le grida del pubblico. La gente oggi mi ha dato una bella mano. Ogni volta che salivo sulla piattaforma ero molto nervoso. Non appena però sentivo le persone giù, il mio cuore cominciava  a rallentare. Così mi sono reso conto che il pubblico era con me e che non dovevo fare altro che tuffarmi, come so fare. È un sogno che si realizza. Orlando è una leggenda, Gary è una leggenda e oggi sono stato migliore di loro.

Rhiannan Iffland, Australia

Ho avuto delle sensazioni davvero positive sulla piattaforma. Al primo tuffo ho avvertito un po’di pressione, perché Ginger era stata fantastica e per il secondo avevo Blake lì con me a dirmi cosa dovevo fare e come dovevo farlo. Ma mi sono semplicemente lasciata andare scacciando il nervosismo. Ho fatto dei gran tuffi e sono davvero entusiasta. Ho subito l’infortunio e questa è stata la mia maggior preoccupazione nelle scorse settimane mentre cercavo di migliorare per le poche tappe ancora in programma. Avevo un sacco di pressione addosso e il primo giorno di allenamento qui è stata dura, ma adesso non potrei essere più felice.

 

Le World Series del Red Bull Cliff Diving

Dal 2009 le World Series del Red Bull Cliff Diving sono il palcoscenico di prestazioni esaltanti e tuffi di sempre maggior complessità. La competizione unisce atleti di primissima fascia a giovani talenti emergenti. Inoltre il circuito dal 2014 è stato allargato anche alla competizione femminile. Anche nel 2017 i migliori atleti del circuito si danno appuntamento per compiere balzi, giravolte e salti mortali da un’altezza di massimo 27 metri senza alcuna protezione ad eccezione dalla loro concentrazione, abilità e controllo del corpo, in sei tappe in giro per il mondo.

Alessandro De Rose
23 luglio 2017. L’esultanza di De Rose dopo il tuffo che gli regalerà il primo oro alle World Series.

Traduzione mia dell’articolo pubblicato su “Swimming World Magazine” su dal titolo “Alessandro De Rose Victorious at Italian Stop of 2017 Red Bull Cliff Diving“.

https://www.swimmingworldmagazine.com/news/alessandro-de-rose-victorious-at-italian-stop-of-2017-red-bull-cliff-diving/

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...