Giorgio Chiellini: un altruista da 110 e lode

Per il nostro appuntamento del mercoledì con la rubrica Italians, dedicata ai grandi sportivi italiani che si sono distinti nel mondo per le loro abilità tecniche e non solo, oggi vogliamo parlarvi di Giorgio Chiellini, attuale difensore della Juventus e della Nazionale.

giorgio-chiellini-9956223173

Classe 1984, inizia a dedicarsi al calcio all’età di 6 anni nonostante la grande passione per il basket. Dal 2000 al 2002 milita in serie C1 nel Livorno, con il quale conquisterà la promozione in serie B, prima di esordire nel massimo campionato vestendo la maglia della Fiorentina: la prima partita in A sarà contro la Roma il 12 settembre 2004. A Firenze gioca titolare nel ruolo di terzino sinistro, e lo fa talmente bene che arriva anche la convocazione nella nazionale di Marcello Lippi, con cui debutta il 17 novembre dello stesso anno. Dalla stagione 2005/2006 indossa fieramente la maglia bianconera – vivendo anche il momento difficile della retrocessione in serie B – con la quale si consacra in modo definitivo al ruolo di difensore centrale.

Ma Giorgio si distingue da tanti altri campioni del pallone anche per la sua costanza e tenacia nel portare avanti gli studi accademici, dimostrando che cultura e sport di alto livello possono andare di pari passo. Dopo la laurea triennale in Economia e Commercio, giovedì 6 aprile 2017 consegue infatti la laurea specialistica in Business Administration presso la Scuola di Management ed Economia dell’Università degli studi di Torino: 110 e lode e una tesi tutta bianconera intitolata “Il modello di business della Juventus Football Club in un benchmark internazionale”.

17814694_1385389934841138_8260158621695106711_o-U110021540164351GF-U11002154016435MoB-1400x788@LaStampa.it

Tuttavia, oltre ad essere un grande esempio di perseveranza e di forza di volontà in ambito accademico, Giorgio Chiellini è anche un grande campione di solidarietà. Il difensore ha infatti recentemente aderito al progetto «Common Goal», attraverso il quale ha accettato di devolvere l’1% (lordo) del suo stipendio per finanziare iniziative di beneficienza legate al calcio. L’idea originale è del tedesco Jurgen Griesbeck, ma è stata accolta da tanti professionisti del pallone, tra cui il centrocampista del Manchester United e della Nazionale spagnola Juan Manuel Mata, recentemente premiato dalla testata britannica The Guardian come “calciatore del 2017”. Tra i progetti già realizzati grazie ai fondi di «Common Goal» vi sono iniziative riguardanti la parità di genere in India, l’integrazione dei richiedenti asilo in Germania e attività per la promozione della pace in Colombia.

496452773CV00073_Italy_Trai-640x459

Giorgio, insieme a tanti altri colleghi e colleghe, contribuisce a sfatare il mito del calciatore strapagato ed egoista: certo, lo stipendio di un calciatore ai massimi livelli è molto alto, ma più giocatori di quanti pensiamo si prestano ad iniziative benefiche e investono nell’aiuto dei più bisognosi, anche se magari non lo pubblicizzano: Chiellini ad esempio, tra le altre cose, ha partecipato a una raccolta fondi per aiutare la sua Livorno dopo un’alluvione, ha partecipato al finanziamento di una scuola di teatro per ragazzi disabili, ha sostenuto un’associazione che esaudisce i desideri di bambini malati o in difficoltà.

Il calcio ha bisogno di campioni come Giorgio, perché “This goal needs a team like no other” (slogan del progetto Common Goal, lett. “Questo obiettivo ha bisogno di una squadra come nessun’altra”). Da iniziative come questa il calcio può ottenere tanto, può riscattare un’immagine talvolta infangata da corruzione ed episodi spiacevoli; e allo stesso tempo questo sport può dare tantissimo al mondo, insegnando ad abbattere le barriere di genere e le discriminazioni, sostenendo con il suo potente appeal il valore dell’amicizia, dell’integrazione, del rispetto e del coraggio.

La redazione di PalaSport augura a Giorgio Chiellini un futuro ricco di successi con la sua Juventus e in Nazionale, ringraziandolo per essere un esempio positivo per tanti giovani appassionati di calcio e non, che grazie a campioni del suo calibro imparano il valore dello studio, dell’impegno e della costanza.

Giorgio-Chiellini-679x350

 

Fonti

Autrice: Isabella Lega

Corriere della Sera, Buone Notizie: L’impresa del bene, Giorgio Chiellini: «Mi taglio lo stipendio per aiutare gli altri», disponibile al sito:

http://www.corriere.it/buone-notizie/18_gennaio_15/giorgio-chiellini-mi-taglio-stipendio-aiutare-altri-b75f66dc-f9ea-11e7-b7a0-515b75eef21a.shtml

La Gazzetta dello Sport, Chiellini, laurea magistrale con 110 e lode e menzione. La tesi? Sulla Juve, disponibile al sito:

http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/06-04-2017/chiellini-laurea-magistrale-110-lode-menzione-tesi-era-juve-190550295821.shtml

Sito di Giorgio Chiellini:

http://giorgiochiellini.com/site/index.php

Sito di Common Goal:

http://www.common-goal.org/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...