A 99 anni batte il record mondiale nei 50 metri stile libero

Pare che un nuotatore australiano di 99 anni abbia battuto il record mondiale per la sua categoria di età nei 50 metri stile libero.

George Corones ha registrato un tempo di 56,12 secondi durante un evento ufficiale nel Queensland: si tratta di un nuovo record per gli atleti della fascia di età 100-104 anni. Ha superato di 35 secondi il record precedente, che risaliva al 2014. Ora il risultato passerà al vaglio della Federazione internazionale del Nuoto.

Il signor Corones, che rientra nella suddetta fascia di perché compirà 100 anni ad aprile, ha affermato di essere “veramente contentissimo” del risultato. “E’ stata una nuotata esemplare per me, equilibrata…e alla fine non vedevo l’ora di toccare il muretto con la mano”, ha raccontato alla BBC.

Il nuotatore si è detto travolto dalla folla “ruggente” della Gold Coast mercoledì scorso. L’evento sportivo, di cui George era l’unico partecipante, era stato organizzato apposta per lui affinché potesse provare a battere il record.

“Abbiamo appena assistito ad un avvenimento che farà la storia!” hanno postato su Facebook i “Dophins” della squadra di nuoto australiana.

“Ci vuole un po’ per partire…”

George Corones, di Brisbane, ha rivelato che pur essendo stato un appassionato nuotatore da giovane, ricominciò a nuotare solamente all’età di 80 anni.

“Ho smesso di fare nuoto all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, e non credo di aver mai nuotato seriamente fino alla pensione”, ha dichiarato. “Ho ricominciato a nuotare per mantenermi in esercizio”.

Ha affermato che gareggiare aveva “indubbiamente” rappresentato una sfida a livello fisico, ma che con la dovuta preparazione era uno sforzo gestibile. In media si allena in piscina tre volte a settimana, oltre alle sessioni in sala pesi.

“A questa età ci vuole un po’ per partire…ci si stanca molto più facilmente, ma se si pratica questo sport con la testa, si ottengono risultati astronomici” ha affermato.

George ha attribuito il suo successo al suo ritmo e alla tecnica. “Le prime dieci bracciate sono state bilanciate e il trucco è andare avanti in modo progressivo, mettendo un po’ di forza in più in ogni bracciata” ha dichiarato. “Ho fatto così fino agli ultimi 10 metri; sapevo di essere stanco e arrivato, ma ho continuato tranquillamente”.

Il record precedente era di 1:31.19, stabilito dal nuotatore britannico John Harrison nel 2014. La gara di Corones ha avuto luogo poco prima dei Trials Australiani di nuoto, validi per le qualificazioni ai Commonwealth Games, che inizieranno il mese prossimo sulla Gold Coast.

George Corones sabato sera proverà a battere anche il record dei 100 metri stile libero (03:23.10), detenuto ancora una volta da Harrison.

“Di sicuro non sono un giovanotto, ma comunque non vedo l’ora, e sono fiducioso del fatto che io possa ottenere ottimi risultati”, ha dichiarato.

george

Fonti

Traduzione: Isabella Lega

Articolo originale di Frances Mao per BBC.com, disponibile al link

http://www.bbc.com/news/world-australia-43251125

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...