Il motorsport senza piloti: un futuro possibile?

Quando le monoposto elettriche hanno fatto il loro ingresso nel mondo del motorsport, alcuni si sono messi a ridere. I puristi non riuscivano a immaginarsi una gara senza motori ruggenti. Ma mentre la Formula E sta gradualmente convincendo anche i più dubbiosi, lo sport sta per affrontare una nuova rivoluzione. Questa volta, però, si tratta di monoposto senza pilota.

La sfida più grande, ancora una volta, sarà conquistare il cuore dei tifosi. È possibile rendere emozionanti gare senza piloti alla guida? Lucas di Grassi, campione di Formula E nella stagione 2016-17 e CEO di Roborace, sembra esserne convinto.

Secondo Di Grassi, come è già successo con le auto elettriche, il pubblico inizierà a sostenere questo progetto. “La gente inizialmente rideva, ma lentamente sta cambiando idea” ha dichiarato a CNN Supercharged. “Stiamo vivendo un processo di transizione molto, molto importante per il motorsport”.

171204114427-ff179cba9db58803124b634b3fb930565ec010110c2aef43d5ca23a-exlarge-169

Da alcuni anni Roborace si occupa della progettazione di auto senza pilota e della creazione di un nuovo campionato per vetture a guida autonoma. L’obiettivo è quello di creare auto in grado di sfrecciare a velocità elevate sui circuiti del campionato, grazie all’intelligenza artificiale.

Il compito di Di Grassi nell’azienda è trovare il modo per far sì che il motorsport mantenga il proprio ruolo in una società che non ha più bisogno di piloti. “Il futuro dei veicoli stradali sarà la guida autonoma”, afferma. “Il motorsport sta perdendo importanza e dobbiamo lottare perché rimanga accessibile, rilevante ed emozionante anche per le nuove generazioni”.

roborace-first-driverless-electric-racing-competition-this-january-in-uk

Il pilota brasiliano, però, mette subito in chiaro che il campionato Roborace non intende sostituire le categorie tradizionali. “Siamo qui per creare una nicchia nel motorsport, per continuare a dimostrare la sua importanza” spiega. “Non siamo qui per sostituirci ai piloti o all’emozione creata dagli scontri uno contro uno”.

Il campionato sarà un terreno completamente nuovo, dice Di Grassi, dove non sarà più necessario considerare le capacità del pilota o la sua sicurezza. Gli sviluppatori potranno invece concentrarsi sulla realizzazione di auto ancora più veloci, e di sfide in pista ancora più emozionanti.

170301163440-denis-daniel-alejandrorobocar-exlarge-169

L’anno scorso Roborace ha sviluppato la prima auto da corsa elettrica a guida autonoma, chiamata DevBot, capace di raggiungere la velocità di 320 km/h. È in grado di muoversi in modo completamente autonomo utilizzando una vasta gamma di tecnologie quali lidar, radar, sensori a ultrasuoni, sensori ottici di velocità, telecamere e posizionamento GNSS.

L’azienda prevede di impiegare queste auto in un campionato completamente elettrico che farà parte degli eventi collaterali al mondiale di Formula E. Solo l’anno scorso, a Buenos Aires, due DevBot hanno gareggiato l’uno contro l’altro per la prima volta. Uno è riuscito a schivare un cane che si era inaspettatamente buttato in pista, mentre l’altro si è schiantato contro un muro durante uno dei giri in pista, nel tentativo di “spingersi oltre i confini dell’intelligenza artificiale”, come ha dichiarato Roborace.

Di Grassi dice di essere entrato nel team di Roborace perché a 33 anni sa di non poter essere per sempre un pilota. “Non correrò per sempre, mi ritirerò tra pochi anni” dichiara, aggiungendo che Roborace gli permetterà di avere ancora un ruolo nel motorsport. “L’intelligenza artificiale conquisterà il mondo, è solo una questione di tempo”.

 

Fonti

Traduzione: Francesca Scapecchi

Link all’articolo originale: https://edition.cnn.com/2018/03/14/sport/lucas-di-grassi-roborace-formula-e-spt/index.html

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...