Artem Dzyuba e la dolce rivincita su Roberto Mancini

Dzyuba, calciatore in forza ai russi dell’Arsenal Tula, avrebbe accettato di pagare di tasca propria l’ammontare della clausola contrattuale che gli impediva di scendere in campo contro lo Zenit San Pietroburgo, il club da cui è in prestito e che ne detiene il cartellino. Il risultato è stato un brutto scherzetto giocato al suo ex allenatore.

L’internazionale russo è stato prestato all’Arsenal Tula a gennaio fino al termine della stagione dopo essere uscito dalle grazie dell’ex tecnico di Inter e Manchester City Roberto Mancini.

Prima dell’importante incontro di domenica in campionato contro lo Zenit, uno Dzyuba risoluto avrebbe dunque accettato di pagare metà della clausola di 150mila euro che gli vietava di prendere parte a match contro la sua ex squadra.

E l’azzardo paga: è in corso l’ottantottesimo minuto di gioco, quando Dzyuba mette a segno un tap-in di importanza capitale, trovando così negli ultimi minuti la rete del 3 a 3, punteggio sul quale si chiuderà poi la gara.

Dopo aver segnato, il calciatore si è precipitato verso il fallo laterale per esultare in faccia al tecnico italiano.

 

Dopo aver incassato questa vendetta personale, Mancini ha però ripetuto di non avere rimpianti per aver prestato la punta ventinovenne.

“Non rimpiango il fatto che la nostra strada e quella di Dzyuba si siano momentaneamente separate. Assolutamente no,” ha dichiarato a NTV.

“Sono felice per lui e mi fa piacere vedere che sta facendo bene con l’Arsenal.”

All’indomani dell’incontro, il DG dell’Arsenal Tula Dmitry Balashov ha affermato che il club ha ora due settimane di tempo per pagare lo Zenit per aver schierato Dzyuba dal primo minuto e che la società si è offerta di pagare l’intera somma della clausola senza coinvolgere il giocatore.

“Non importa chi pagherà,” ha dichiarato ai giornalisti, come riportato in un virgolettato su sports.ru.

“Non è questo che conta. Abbiamo ancora due settimane ed entro la scadenza salderemo tutto.”

Alla domanda se ne valesse la pena, Balashov ha risposto: “Assolutamente sì. Avremmo pagato pure se l’importo fosse stato superiore.”

p06bl31t
Dzyuba che esulta con il saluto militare dopo un goal segnato ai Mondiali 2018 in corso di svolgimento in Russia.

 

Fonti
Articolo “Arsenal Tula loanee Artem Dzyuba offers own money to spite Roberto Mancini – and gets ultimate revenge” pubblicato il 23 aprile 2018 su FourFourTwo. Traduzione di Andrea Palazzeschi

Link all’originale: https://www.fourfourtwo.com/features/arsenal-tula-loanee-artem-dzyuba-offers-own-money-spite-roberto-mancini-and-gets-ultimate

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...